"Genesis 8" @ Mint Gold Dust

Breezy
Nov 5, 2021 2:28PM

ENG: Eleonora Brizi starts her adventure as Curator and Head of product of Mint Gold Dust, a new platform for experiential NFTs founded by pioneer Kelly LeValley Hunt. On Nov. 3rd, 2021 in New York during NFT NYC, she presented the first curated art series for Mint Gold Dust: “Genesis 8”, where she asked 8 artists to answer the question “What Is Your Gold Dust?” trough their artistic practice. • ITA: Eleonora Brizi comincia la sua avventura come Curator e Head of product di Mint Gold Dust, una nuova piattaforma per NFT esperienziali fondata dalla pionieria Kelly LeValley Hunt. Lo scorso 3 novembre 2021, a New York durante NFT NYC, ha presentato la prima serie d'arte curata per Mint Gold Dust: "Genesis 8", in cui ha chiesto a 8 artisti di rispondere alla domanda "Qual è la tua "polvere d'oro"? attraverso la loro pratica artistica.

In the Chinese language, the pronunciation of the number 8, “ba,” is very similar to that of the word prosper, “fa,” making the number 8 the most auspicious of all the numbers.

For the Genesis 8 series, we asked our 8 artists to express what Gold Dust is for them through the filter of their artistic vision, style, and techniques. For some, it evokes nostalgia and remembrance. For others, it’s the primal spark of creation and nature.

For us, Gold Dust is something very special. Every object, and by extension every person, possesses inherent worth as well as the innate potential to metamorphose into something far greater than its present state.

“Some years ago at an auction of Old World artifacts, I witnessed the sale of empty canvas sacks selling solely by weight. It baffled me that anyone would pay substantial sums for empty bags hundreds of years old and I inquired further. I then discovered these nondescript canvas sacks had once been used to transport immense quantities of gold. While the sacks were now empty significant quantities of gold dust still remained, filling the crevices and folds in the cloth. By practical alchemy, this precious residue had transformed otherwise mundane objects into coveted pieces of considerable worth,” Mint Gold Dust Founder, Kelly LeValley Hunt.

Mint Gold Dust is a place, somewhere in the universe, where all creators find a home and a chance to perpetuate their legacy. Everyone has their Gold Dust, everyone carries an aura of magic, and you are part of that yourself.

What is YOUR Gold Dust?

Eleonora Brizi

----------------------------------------------------------------------------------------

Traduzione italiana

Nella lingua cinese, il numero 8 si pronuncia “ba”, ed è molto simile a “fa” che significa prosperità, rendendo il numero 8 il più propizio di tutti i numeri.

Per la serie Genesis 8, abbiamo chiesto ai nostri 8 artisti di esprimere ciò che la "polvere d'oro" è per loro attraverso il filtro della loro visione, stile e tecniche artistiche.

Per alcuni, evoca nostalgia e ricordo. Per altri, è la scintilla primordiale della creazione e della natura.

Per noi la "polvere d'oro" è qualcosa di molto speciale. Ogni oggetto, e per estensione ogni persona, possiede un valore intrinseco così come il potenziale innato di trasformarsi in qualcosa di molto più grande del suo stato attuale.

“Alcuni anni fa, ad un'asta di manufatti del Vecchio Mondo, ho assistito alla vendita di sacchi di tela vuoti venduti esclusivamente a peso. Mi sconcertava che qualcuno pagasse somme ingenti per borse vuote e vecchie di centinaia di anni, ho quindi chiesto ulteriori informazioni. Ho scoperto poi, che questi anonimi sacchi di tela erano stati un tempo usati per trasportare immense quantità d'oro. Nonostante ora fossero vuoti, rimanevano però ancora quantità significative di polvere d'oro, che riempiva le fessure e le pieghe del tessuto. Con l'alchimia pratica, questo prezioso residuo aveva trasformato questi oggetti banali in pezzi ambiti di notevole valore”, queste le parole di Kelly LeValley Hunt, fondatrice della Mint Gold Dust.

Mint Gold Dust è un luogo, da qualche parte nell'universo, dove tutti i creatori trovano una casa e la possibilità di immortalare la loro eredità. Ognuno ha la sua "polvere d'oro", ognuno porta un'aura di magia e tu stesso ne fai parte.

Qual è la TUA "polvere d'oro"?

Eleonora Brizi

THE COLLECTION

1. BARD IONSON, Mysterious Value

What is your Gold Dust?

"When I read the story about Gold Dust, I thought about how in the AI art scenario, I take a lot of meaningless images and I run them through a model and create something more beautiful. How I take old technology or I recycle technology to make artworks out of it. I take old things and rework them to make something artistic or that has a message. It's like taking all the lemons of your life and making lemonade. The idea of taking all the experiences of your life, good or bad, and making something that can inspire other people or communicate some universal ideas."

Bard Ionson approaches his art with the inner drive of an artist equipped with the raw skill of a computer hacker. An experienced programmer, he trains AI with thousands of images, creates complex models and schema to manipulate his images, incorporates viewer-participation through micro-payments and utility and, like a modern day Da Vinci and his cryptex, Bard embeds hidden messages within his art for those with the skill and drive to find them.

His piece Covert Value was created by training an AI model to create its own version of a Challenge Coin. In the US, these coins are given out as a reward for working on special projects or being top performers and have taken on a life of their own as collectors items. The coins themselves held no material value, but the riches and mystic lies in the stories they tell.

Covert Value is one possible output from millions of different versions that was created. This particular coin appears abstract in composition, like a dream or a memory-- a contrast to the physical coins that use American iconography such as the US Flag or the Bald Eagle.

Just like a treasury would have minted these coins, Bard Ionson has poetically minted them on chain. This process was Ionson’s way of taking a forgotten piece of metal and giving it a second life.

----------------------------------------------------------------------------------------

TRADUZIONE ITALIANA

Qual è la tua "polvere d'oro"?

"Quando ho letto la storia di Gold Dust, ho pensato a come nello scenario dell'arte dell'intelligenza artificiale, prendo molte immagini senza senso e le faccio scorrere attraverso un modello e creo qualcosa di più bello. A come prendo la vecchia tecnologia o riciclo la tecnologia per farne delle opere d'arte. Prendo cose vecchie e le ri-lavoro per creare qualcosa di artistico o che abbia un messaggio. È come prendere tutti i limoni della tua vita e farci una limonata. L'idea di prendere tutte le esperienze della tua vita, buone o cattive, e creare qualcosa che possa ispirare altre persone o comunicare alcune idee universali."

Bard Ionson si avvicina alla sua arte con la spinta interiore di un artista dotato dell'abilità grezza di un computer. Un esperto programmatore, che educa l'intelligenza artificiale con migliaia di immagini, crea modelli e schemi complessi per manipolare le sue immagini, include la partecipazione dello spettatore attraverso micro-pagamenti e utilità, come un moderno Da Vinci e il suo cryptex, Bard incorpora messaggi nascosti all'interno della sua arte per coloro che hanno l'abilità e l'impulso di trovarli. La sua opera Covert Value è stata creata istruendo un modello AI per creare la propria versione di una Challenge Coin. Negli Stati Uniti, queste monete vengono distribuite come ricompensa per aver lavorato su progetti speciali o per essere stati gli artisti migliori e hanno assunto una vita propria come oggetti da collezione. Le monete stesse non hanno alcun valore materiale, ma la ricchezza e il misticismo sono nelle storie che raccontano. Covert Value è uno dei possibili output creato da milioni di versioni diverse. Questa particolare moneta appare astratta nella composizione, come un sogno o un ricordo, in contrasto con le monete fisiche che usano l'iconografia americana come la bandiera degli Stati Uniti o della Bald Eagle. Come una tesoreria conierebbe queste monete, Bard Ionson le ha coniate poeticamente su una catena. Questo processo è stato il modo di Ionson di prendere un pezzo di metallo dimenticato e dargli una seconda vita.

Bard Ionson, Mysterious Value. View in Mint Gold Dust Marketplace

2. BEN SNELL, Ritual Nature

What is your Gold Dust?

“... All objects and all people have inherent worth. The Gold Dust is what's left when we step away, and that's what an object carries when we are gone. The capacity to accumulate aura."

Ben Snell is a creative force whose works explore the meeting ground of technology and humanity while revealing the act of the creation as much as the production of the actual piece itself.

Snell’s Ritual Nature intertwines the observer and the observed. The piece uses a sculptural interpretation of image-making that strips away the light and color of a photograph, leaving something raw and wild in its place. He was inspired by the ephemerality of digital artifacts as defined by code and how that contrasted with the beauty of an object’s physicality and natural decay.

With a newfound aura, Ritual Nature revels in the inherent value and humanity of digitally scarce objects, yet paradoxically consists of dispensable elements. The work exists not as a copy or a symbol of the physical, but as an entirely new object. While it’s reminiscent of the tangible world in form and substance, it speaks for itself with its own unique integrity and presence.

Snell writes, “Like a swirling cloud of gold dust suspended in moments of shimmering clarity, the piece points to our entropy, once stardust and soon to be...Following a year of trauma and despair, the process of going into nature in order to find my nature is an act of self-care in nurturing my creative flame—a metaphorical minting of my inner gold dust, ready to shine again.”

----------------------------------------------------------------------------------------

TRADUZIONE ITALIANA

Qual è la tua "polvere d'oro"?

“... Tutti gli oggetti e tutte le persone hanno un valore intrinseco. La "polvere d'oro" è ciò che rimane quando ci allontaniamo, ed è ciò che un oggetto trasporta quando non ci siamo più. La capacità di accumulare aura."

Ben Snell è una forza creativa le cui opere esplorano il terreno d'incontro tra tecnologia e umanità sia durante l'atto della creazione che durante la produzione dell'opera stessa. Ritual Nature di Snell intreccia l'osservatore e l'osservato. L'opera utilizza un'interpretazione scultorea della creazione di immagini che togliendo la luce e il colore di una fotografia, lasciando qualcosa di crudo e selvaggio al suo posto. È stato ispirato dall'effimero degli artefatti digitali come definito dal codice e da come questo contrastava con la bellezza della fisicità di un oggetto e del decadimento naturale. Con un'aura ritrovata, Ritual Nature si crogiola nel valore intrinseco e nell'umanità di oggetti digitalmente rari, ma paradossalmente fatti di elementi a nostra disposizione. L'opera non esiste come copia o simbolo del fisico, ma come oggetto completamente nuovo. Ricorda il mondo tangibile nella forma e nella sostanza, ma la sua integrità e presenza sono uniche. Snell scrive: "Come una nuvola vorticosa di polvere d'oro sospesa in momenti di scintillante chiarezza, l'opera indica la nostra entropia, una volta polvere di stelle e presto sarà... Dopo un anno di traumi e disperazione, il processo di entrare nella natura per trovare la mia natura è un atto di cura di sé per nutrire la mia fiamma creativa, mataforicamente è il conio della mia polvere d'oro interiore, pronta a risplendere di nuovo”.

BEN SNELL, Ritual Nature. View in Mint Gold Dust Marketplace

3. Lily and Honglei,The Butterfly Lovers

What is your Gold Dust?

"Gold Dust for us symbolizes the creative energy inspired by opposing forces-- like traditional and contemporary, east and west,...Gold dust is eternity vs. ephemeral This dialectic relationship of harmony between these two forces inspires creativity. The creative energy inside humanity is unstoppable and artistic creativity is like gold dust, everlasting and forever evolving.”

Artist duo Lily and Honglei present The Butterfly Lovers, a painting series and animation that depicts the complex cultural identity of Asian American immigrants pursuing the “American Dream.” In this piece, Lily and Honglei symbolically highlight the dichotomy of having dignity and pride of their heritage while also experiencing the profound loneliness and isolation that comes with deep seated prejudices against the Asian American community.

"As part of this marginal group, we have witnessed many tragic life and death stories of our friends who pursue American dreams. They have been struggling to be accepted and adapt to the new society tainted with prejudices against immigrants and minorities. The Butterfly Lovers symbolically reflects these spiritual struggles, cultural identity dilemmas, as well as resiliency in the Asian American community.” - Lily and Honglei

----------------------------------------------------------------------------------------

TRADUZIONE ITALIANA

Qual è la tua "polvere d'oro"?

"La "polvere d'oro" per noi simboleggia l'energia creativa ispirata da forze opposte, come il tradizionale e il contemporaneo, est e ovest,... La "polvere d'oro" è l'eternità contro l'effimero. Questa relazione dialettica di armonia tra queste due forze ispira la creatività. L'energia creativa all'interno degli uomini è inarrestabile e la creatività artistica è come la "polvere d'oro", eterna e in continua evoluzione".

Il duo di artisti Lily e Honglei presenta The Butterfly Lovers, una serie di dipinti e animazioni che descrive la complessa identità culturale degli immigrati asiatici americani che inseguono il "sogno americano". In questo pezzo, Lily e Honglei evidenziano simbolicamente la dicotomia di avere dignità e orgoglio della loro eredità, mentre sperimentano anche la profonda solitudine e isolamento che derivano da pregiudizi radicati contro la comunità asiatico-americana. "Come parte di questo gruppo marginale, abbiamo assistito a molte tragiche storie di vita e di morte dei nostri amici che inseguono i sogni americani. Hanno lottato per essere accettati e adattati alla nuova società contaminata dai pregiudizi contro gli immigrati e le minoranze. The Butterfly Lovers simbolicamente riflette queste lotte spirituali, i dilemmi dell'identità culturale e la resilienza nella comunità asiatico-americana”. - Lily e Honglei

Lily and Honglei, The Butterfly Lovers. View in Mint Gold Dust Marketplace

4. Hackatao, PRIMODIAL

What is your Gold Dust?

“We have a jar we keep of all the remains of the art materials we have used to create Hackatao's pieces. Pencil nubs, graphite, all are saved in a big jar. To us, this is our Gold Dust, the remnants and physical manifestation of the intangible experience of creation”.

In Hackatao’s creation process, the stream of consciousness takes the shape of a stream of drawings. In the perpetuous and unstoppable flux of drawings that come to life from the unconscious, our inner demons and unspoken thoughts come to visit us and manifest in the form of art. In this artwork, the artists duo Hackatao goes even further, beyond the stream of visual manifestations, until reaching the matter itself.

Before being guided by the hand of the artist and being shaped by the thought process, before being imprisoned in the wood of the pencil, graphite exists in its nebulous dimension. In this work by Hackatao graphite doesn’t follow the lines, it escapes the artistic gesture and it’s floating free through rebellious tectonic movements.

----------------------------------------------------------------------------------------

TRADUZIONE ITALIANA

Qual è la tua "polvere d'oro"?

“Conserviamo un barattolo di tutti i resti dei materiali artistici che abbiamo usato per creare i pezzi di Hackatao. Protuberanze di matita, grafite, tutto viene conservato in un grande barattolo. Per noi, questa è la nostra "polvere d'oro", i resti e la manifestazione fisica dell'esperienza intangibile della creazione”.

Nel processo di creazione di Hackatao, il flusso di coscienza assume la forma di un flusso di disegni. Nel flusso perpetuo e inarrestabile di disegni che prendono vita dall'inconscio, i nostri demoni interiori e pensieri inespressi vengono a visitarci e si manifestano in forma d'arte. In quest'opera il duo di artisti Hackatao si spinge ancora oltre, oltre il flusso delle manifestazioni visive, fino ad arrivare alla materia stessa. Prima di essere guidata dalla mano dell'artista e plasmata dal processo del pensiero, prima di essere imprigionata nel legno della matita, la grafite esiste nella sua dimensione nebulosa. In questo lavoro di Hackatao, la grafite non segue le linee, ma sfugge al gesto artistico e fluttua libera attraverso movimenti tettonici ribelli.

Hackatao, PRIMODIAL. View in Mint Gold Dust Marketplace

5. Giant Swan, Metamorphosis

What is your Gold Dust?

“... Gold Dust for me is, really, movement. I cherish movement emotionally. In my work, nothing has stopped moving around me for a while now. At first, I thought I was in the middle of the storm and things kept moving around me but I’ve realized maybe it’s me. And I cherish movement for that."

This is the story of a kid who used to watch birds, of an artist who became a man, of a man who became an artist. Giant Swan is a name that came from music and lives through movement that breathes in the experience of art.

“Experience” is the key word of his art, whether it is connective, immersive, embracing, playful or just a place where to exist. The VR worlds that he creates for us to live and enjoy are that same scene where he shares his personal moments in relation to these spaces that he invents himself. Giant Swan’s art becomes a whole, an inclusive place where the relationship between the creator with the viewer and their personal connection with it is an essential part of the creation itself, its reason to exist.

His creative process really is a dance, the artist guides the brush with his body movements, accompanied by his biggest influencer that would always impact how he makes art in VR: music. Giant Swan’s latest work, Metamorphosis, is a personal reflection on the powerful relationship between hurt and transformation.

"In a moment of growth, I watched you sit and birth the most beautiful of spirits, It was you and your hope.

In a moment of hurt, you were so still and alone, I watched your spirit try, again and again, your hurt was stretching glass, these beings were you, they were tears and they were your fear, they comforted you and then quickly flee, their time seemed short and would illuminate around you, I think I was in awe.

But your spirit is a loop, It reaches out from a garden into the wood where it burns out into ash and wind. At the center of this herd is you, so full of love and care, so much more distant than I remember.

This loop is a cocoon look out at you from the center of this garden and I wake up before anything emerges.” - Giant Swan

----------------------------------------------------------------------------------------

TRADUZIONE ITALIANA

Qual è la tua "polvere d'oro"?

“... La "polvere d'oro" per me è, davvero, movimento. Amo emotivamente il movimento. Nel mio lavoro, da un po' di tempo, nulla ha smesso di muoversi intorno a me. All'inizio pensavo di essere nel mezzo della tempesta e le cose continuavano a muoversi intorno a me, ma ho realizzato che forse sono io. E apprezzo il movimento per questo".

Questa è la storia di un bambino che guardava gli uccelli, di un artista che è diventato un uomo, di un uomo che è diventato un artista. Giant Swan è un nome che deriva dalla musica e vive attraverso il movimento che respira nell'esperienza dell'arte. “Esperienza” è la parola chiave della sua arte, che sia connettiva, immersiva, avvolgente, ludica o semplicemente luogo dove esistere. I mondi VR che crea per farci vivere e godere sono la stessa scena in cui condivide i suoi momenti personali in relazione a questi spazi che si inventa lui stesso. L'arte di Giant Swan diventa un tutt'uno, un luogo inclusivo dove il rapporto tra il creatore con lo spettatore e il suo personale legame con esso è parte essenziale della creazione stessa, la sua ragione di esistere. Il suo processo creativo è davvero una danza, l'artista guida il pennello con i movimenti del suo corpo, accompagnato dal suo più grande influencer che avrebbe sempre avuto un impatto sul modo in cui fa arte in VR: la musica. L'ultimo lavoro di Giant Swan, Metamorphosis, è una riflessione personale sulla potente relazione tra ferita e trasformazione.

"In un momento di crescita, ho visto sederti e dare vita allo spirito più bello, eri tu e la tua speranza.

In un momento di dolore, eri così immobile e sola, ho visto il tuo spirito provarci, ancora e ancora, il tuo dolore stava deformando il vetro, tutti questi esseri eri tu, erano lacrime e la tua paura, che ti hanno confortato e poi sono scomparse rapidamente, il loro tempo sembrava essere breve e ti avrebbero illuminato tutto ciò che ti circonda, ero in ammirazione. Ma il tuo spirito è un vortice, da un giardino raggiunge il bosco e si consuma in cenere e vento. Al centro di tutte queste cose ci sei tu, così piena di amore e di attenzioni, molto più distante di quanto ricordassi. Questo vortice è un groviglio che ti guarda dal centro di questo giardino, mi sveglio prima che affori qualcosa". - Giant

Giant Swan, Metamorphosis. View in Mint Gold Dust Marketplace

6. Gisel Florez, Space in Touch

What is your Gold Dust?

“... Gold Dust for me is the inception of new thoughts. It’s the sparks of that first creation the artist is thinking."

Gisel Florez began her artistic journey through the lens of a camera. Eventually, her lifelong pursuit in the development of her own unique visual language and her love of light play led her naturally to the vast potential in the digital art world.

Her piece Space in Touch was inspired by analyzing physical responses associated to interacting within an exponentially digitized life & economy. This piece references the energetic response to a physical touch. A moment where gravitational forces are felt & can commune with self. This connection highlights one’s own humanity; an activation of center; an energy seldom experienced within digitized representations. Florez comments this, “Visual language is directional, radiating out to all who resonate; permeating the subconscious and readily available to sense the nuances of emotion it sparks within.”

----------------------------------------------------------------------------------------

TRADUZIONE ITALIANA

Qual è la tua "polvere d'oro"?

“... La "polvere d'oro" per me è l'inizio di nuovi pensieri. Sono le scintille di quella prima creazione a cui l'artista sta pensando".

Gisel Florez ha iniziato il suo percorso artistico attraverso l'obiettivo di una macchina fotografica. Alla fine, la ricerca eterna di sviluppare un suo unico linguaggio visivo e il suo amore per i giochi di luce, l'hanno portata naturalmente al grande e potenziale mondo dell'arte digitale. La sua opera Space in Touch è stata ispirata dall'analisi di risultati concreti associati all'interazione di una vita e di un'economia esponenzialmente digitalizzate. Quest'opera è la risposta energetica a un tocco fisico. Un momento in cui le forze gravitazionali sono percepite e possono comunicare con se stesse. Questa connessione mette in risalto la propria umanità; un'attivazione del centro; un'energia raramente sperimentata all'interno di rappresentazioni digitalizzate. Florez commenta: “Il linguaggio visivo è direzionale, si diffonde a tutti coloro che incontra; permea nel subconscio ed è pronto a percepire le sfumature delle emozioni che suscita".

Gisel Florez, Space in Touch. View in Mint Gold Dust Marketplace

7. Lapin Mignon, Anatomie D’Une Poussière d’Or (Gold Dust Anatomy)

What is your Gold Dust?

“... Gold Dust reminds me of when I was a kid, spending all the time at the beach. The sparkle of the sun on the water that you try to but you can never catch. When you are a kid you put value on these things and believe it’s gold. Like the Madeleine of Proust.”

Lapin Mignon is known for her deeply personal and mesmerizing artworks. Her piece Anatomie D’Une Poussière d’Or (Gold Dust Anatomy) began in a meditative state thinking about what gold dust might mean to her. From that, flashes of abstract shapes, color, and 80s inspired motifs began coming to mind. When it came to creating the piece, Mignon prepped the canvas with splashes of color using watercolor paints. Then Mignon found their narrative by putting pen to paper and creating abstract shapes. To finish it off, the piece was splattered with gold paint in a way that was reminiscent of light summer rain after a storm. Mignon’s emotional carefree approach to this piece brought energy and life to the canvas, showcasing what gold dust means to her.

----------------------------------------------------------------------------------------

TRADUZIONE ITALIANA

Qual è la tua polvere d'oro?

“...la "polvere d'oro" mi ricorda quando ero bambina, passavo tutto il tempo in spiaggia. Lo scintillio del sole sull'acqua che provavi a catturare, ma non riuscivi mai. Quando sei un bambino dai valore a queste cose e credi che sia oro. Come la Idi Proust".

Lapin Mignon è nota per le sue opere d'arte profondamente personali e affascinanti. L'opera Anatomie D'Une Poussière d'Or (Gold Dust Anatomy) è iniziata in uno stato meditativo pensando a cosa potesse significare per lei la "polvere d'oro". Da quel momento, hanno cominciato a venire in mente lampi di forme astratte, colori e motivi ispirati agli anni '80. Quando si è trattato di creare l'opera, Mignon ha preparato la tela con spruzzi di colore usando colori ad acquerello. Poi Mignon ha trovato la sua narrativa mettendo nero su bianco e creando forme astratte. Per finire, ha schizzato la tela di vernice dorata in un modo da ricordare la leggera pioggia estiva dopo un temporale. L'approccio emotivo e spensierato di Mignon a quest'opera ha portato energia e vita alla tela, mostrando cosa significa per lei la "polvere d'oro".

Lapin Mignon, Anatomie D’Une Poussière d’Or (Gold Dust Anatomy). View in Mint Gold Dust Marketplace

8. MUEO,Transformation at the gates of eternity

What is your Gold Dust?

“Good form is innate within humanity. ... Cultures that have not developed glass and gemstones talk about their spirit world as being a world of vibrant flowers and plants. But cultures who have traded to get crystals and gemstones and cut glass talk about their spirit world as a place adorned with gemstones and cut glass. ... I wonder if there is something to the spirit world related to gold because of the lustrous qualities that give it value beyond its inert qualities. That we have this affinity because it’s connected to our deepest sub forms of what the spirit world can be. ... Working in a digital art you have an even better opportunity to arrive at the impossibility of depicting the spirit world because you’re working with tools that can help you express closer to the impossible."

Stuart Ward’s Transformation at the gates of eternity expresses a duality between denotative and connotative messages to create a sense of tension.

The image is a visually captivating, deconstruction of Baroque architecture. Re-investigating Baroque style through a NeoBaroque lens, the artist has animated ornamental forms to complement the architectural backdrop. Experimental architectural forms were created in a way that was impossible when Baroque and Rococo flourished. The artist is using an animated form of expression to enhance their original vision.

The central figures are a pair of humans wrapped in a struggle.

On the surface, it is a colourful and visually playful panoply that pleases the eye using iridescence and gloss, but under the sheen is a message that reaches into dark mythology to ask questions about fate, struggle, and responsibility.

The connotative image represents the abduction of the goddess Persephone by Hades at the gateway to the underworld. The central figures are a digital representation of the sculpture ‘Ratto di Proserpina’, masterfully carved by Bernini.. It depicts Hades abducting Persephone, his brute strength overpowering hers as she fights to escape him.

The sculpture can be interpreted as a transformational story for Persephone, who goes on to marry Hades and become the Queen of the Underworld. Despite being dominated and carried away against her will, she is the hero of this story in a monomythic sense. Prior to her abduction, she lived an idyllic life. But after Hades spotted her picking flowers one day, she was pulled from a life without responsibilities, forced to marry and given a position of power. The reluctance to leave a life of ease and meet a destiny of responsibility is a theme frequently explored in coming-of-age ceremonies. That Persephone faced her hero’s journey reluctantly exemplifies the universal transformational experience that brings a person out of innocence and into adulthood.

The majestic scene surrounding the figures is both an architectural deconstruction and abstraction of the gates to the underworld. It is a hypnotic portal to an unknown spirit world that Persephone is bracing herself against. The viewer knows she will ultimately be pulled through, and the artwork attempts to evoke Persephone’s and the viewers’ feelings about this unwelcome and difficult transformation.

Coming back to the point of the connotative and denotative discord, the bombastic visual spectacle and the troubled inner meaning create a sense of tension. From a denotative perspective, the piece is glossy and beautiful to look at, while from a connotative perspective, the artwork shows an intense moment of struggle and transformation of incomparable magnitude.

----------------------------------------------------------------------------------------

TRADUZIONE ITALIANA

Qual è la tua "polvere d'oro"?

“Le buone maniere sono innate nell'umanità. ... Le civiltà che non hanno sviluppato il vetro e le pietre preziose parlano del loro mondo spirituale come di un mondo di fiori e piante vibranti. Ma le culture che hanno commerciato cristalli, pietre preziose e tagliato il vetro parlano del loro mondo degli spiriti come di un luogo adornato con pietre preziose e vetro tagliato. ... Mi chiedo se c'è qualcosa nel mondo degli spiriti legato all'oro per il luccichio che gli dà valore al di là delle sue qualità naturali. Se abbiamo questa affinità perché è collegato alle nostre sotto forme più profonde di ciò che può essere il mondo degli spiriti. ... Lavorando con l'arte digitale hai un'opportunità migliore di superare l'impossibilità di raffigurare il mondo degli spiriti, perché stai lavorando con strumenti che possono aiutarti a esprimere il più possibile, l'impossibile."

Transformation at the gates of eternity di Stuart Ward esprime una dualità tra messaggi denotativi e connotativi per creare un senso di tensione.

L'immagine è una decostruzione visivamente accattivante dell'architettura barocca. Analizzando lo stile barocco attraverso una lente neobarocca, l'artista ha animato forme ornamentali per completare lo sfondo architettonico. Forme architettoniche sperimentali erano state create in un modo che era impossibile quando fiorirono il barocco e il rococò. L'artista utilizza una forma di espressione animata per migliorare la propria visione originale.

Le figure centrali sono una coppia di umani avvolti in una lotta.

In apparenza, è una panoplia colorata e visivamente giocosa che soddisfa l'occhio usando l'iridescenza e la lucentezza, ma sotto la lucentezza c'è un messaggio che raggiunge la mitologia oscura per porre domande su destino, lotta e responsabilità.

L'immagine connotativa rappresenta il rapimento della dea Persefone da parte di Ade alle porte degli inferi. Le figure centrali sono una rappresentazione digitale della scultura "Ratto di Proserpina", magistralmente scolpita da Bernini. Raffigura Ade che rapisce Persefone, dove la forza bruta di lui prevale su quella della dea che tenta di sfuggirgli. La scultura può essere interpretata come una storia di trasformazione per Persefone, che sposerà Ade e diventerà la Regina degli Inferi. Nonostante sia stata dominata e trascinata contro la sua volontà, è l'eroina di questa storia in senso monomitico. Prima del suo rapimento, viveva una vita idilliaca. In seguito, dopo che Ade la vide un giorno raccogliere fiori, fu liberata da una vita senza responsabilità, costretta a sposarsi e le fu data una posizione di potere. La riluttanza a lasciare una vita agiata e ad incontrare un destino di responsabilità è un tema spesso esplorato nelle cerimonie di formazione. Che Persefone abbia affrontato il viaggio del suo eroe con riluttanza esemplifica l'esperienza di trasformazione universale che porta una persona fuori dall'innocenza e dentro l'età adulta.

La maestosa scena che circonda le figure è sia una decostruzione architettonica che un'astrazione delle porte degli inferi. È un portale ipnotico a un mondo spirituale sconosciuto contro il quale Persefone sta resistendo. Lo spettatore sa che alla fine lei sopravviverà e l'opera d'arte tenta di evocare i sentimenti di Persefone e degli spettatori su questa trasformazione spiacevole e difficile.

Tornando al punto della discordia connotativa e denotativa, lo spettacolo visivo roboante e il significato interiore travagliato creano un senso di tensione. Da un punto di vista denotativo, l'opera è splendente e bella da vedere, ma da un punto di vista connotativo, l'opera mostra un intenso momento di lotta e trasformazione di incomparabile grandezza.

MUEO, Transformation at the gates of eternity. View in Mint Gold Dust Marketplace

Breezy