Viola Frey, ‘Untitled’, 1965, di Rosa